• Benvenuti su Biblioteca della bicicletta
    La Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza possiede circa 2300 titoli, tra testi, riviste, cd e dvd, mappe e itinerari.

Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza

Che cosa incuriosiva Dino Buzzati e Indro Montanelli? Che cosa unisce Albert Einstein a Madame Curie? Qual è il comune denominatore fra i Queen e Paolo Conte? Qual è il filo conduttore fra Fausto Coppi e Vasco Pratolini?

La bicicletta, il ciclismo, il Giro d’Italia. Tutti appassionati e amanti, ispirati e devoti alle due ruote. E allora ecco corse e corridori, viaggi e saggi, manuali a pedali, elogi e odi, poesie e prose, en-ciclo-pedie. Da leggere in fuga, in tandem e a squadre, anche in surplace. Perché la bicicletta aiuta a ruminare pensieri, a collezionare parole, a ricamare racconti, ad allenare sogni, a scalare progetti.

 

La Biblioteca della bicicletta è nata nel 2012 da un’idea di Fernanda Pessolano e un progetto dell’associazione Ti con Zero, è dedicata all’archeologo e naturalista Lucos Cozza, è un luogo di raccolta di quello che riguarda la bicicletta in tutte le sue forme e i suoi modi, ma è anche un luogo di lettura e studio aperto a tutti.

 

La Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza possiede circa 2300 titoli, tra testi, riviste, cd e dvd, mappe e itinerari.

 

Comitato scientifico Il Comitato scientifico è composto da otto giornalisti e scrittori, che si sono dedicati alla bicicletta e al ciclismo, per cronaca e per libri, per vocazione e per ispirazione: Marco Ballestracci, Marco Bonarrigo, Giorgio Cimbrico, Gian Luca Favetto, Claudio Gregori, Marco Pastonesi, Darwin Pastorin, Attilio Scarpellini.

Libri in Giro

Per promuovere la cultura della bicicletta, la Biblioteca della bicicletta segue il Giro d’Italia con il progetto “Libri nel Giro”, che è un pedalare con i libri, i corridori e gli scrittori, un raccontare storie nelle librerie o nei bar, su Internet o alla tv, e un promuovere la lettura per ragazzi nelle biblioteche dei Comuni di tappa attraverso incontri, laboratori e mostre

 

Diario Libri nel giro

Giacomo Denti, album di figurine

maggio 25, 2016/0 Comments

Libri nel Giro 2016. Corridore postino Anno 1945 Di Marco Pastonesi La sua prima bicicletta – una Olimpia Garibaldina, cromata – aveva dieci padroni. Chi le aveva dato il telaio, chi la forcella, chi i pedali e le ruote. Il più famoso dei proprietari era Sergio Alzani, che sarebbe diventato professionista, nella Gazzola, 1963 e […]

Valerio Conti , album di figurine

maggio 25, 2016/0 Comments

Libri nel Giro 2016. Corridore postino Dorsale 101 Di Marco Pastonesi Noè era del 1933, Franco è del 1951, Valerio del 1993. Noè è stato professionista dal 1958 al 1962, Franco dal 1977 al 1984, Valerio lo è dal 2014. Noè era passista, Franco completo, Valerio ancora non si sa. Noè ne ha vinte due, […]

Daniele Colli, album di figurine

maggio 25, 2016/0 Comments

Il diario del Giro d’Italia: Daniele Colli (seconda tappa) di Marco Pastonesi Cento anni fa i bersaglieri-ciclisti. Oggi i corridori-postini. Che per “Libri in Giro” e la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza scrivono una pagina del diario della corsa Genova, domenica 10 maggio 2015 Daniele Colli (Nippo-Vini Fantini) Quando in pullman siamo entrati in Albenga, per […]

Giulio Ciccone, album di figurine

maggio 25, 2016/0 Comments

Libri nel Giro 2016. Corridore postino Dorsale 26 Di Marco Pastonesi “Il geco di Abruzzo” ha 21 anni, è piuttosto alto (1,76) e piuttosto smilzo (58), mostra occhi svegli e naso aerodinamico, indossa il dorsale 26 e la maglia verde Bardiani-Csf, e scatta quando la strada tira. Per questo lo chiamano “il geco di Abruzzo”: […]

Luca Chirichi, album di figurine

maggio 25, 2016/0 Comments

Il diario del Giro d’Italia: Luca Chirico (terza tappa) di Marco Pastonesi Cento anni fa i bersaglieri-ciclisti. Oggi i corridori-postini. Che per “Libri in Giro” e la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza scrivono una pagina del diario della corsa Sestri Levante (Genova), lunedì 11 maggio 2015 Luca Chirico Primo Giro, questo, e prima fuga, oggi. Tappa […]

Damiano Caruso, album di figurine

maggio 24, 2016/0 Comments

Il diario del Giro d’Italia: Damiano Caruso (quindicesima tappa) di Marco Pastonesi Domenica 24 maggio 2015 Cento anni fa i bersaglieri-ciclisti. Oggi i corridori-postini. Che per “Libri in Giro” e la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza scrivono una pagina del diario della corsa Damiano Caruso (Bmc) Decimo all’arrivo, settimo in classifica. In una tappa di montagna […]

Matteo Busato, album di figurine

maggio 24, 2016/0 Comments

Il diario del Giro d’Italia: Matteo Busato (ventesima tappa) di Marco Pastonesi Sestriere (Torino), sabato 30 maggio 2015 Cento anni fa i bersaglieri-ciclisti. Oggi i corridori-postini. Che per “Libri in Giro” e la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza scrivono una pagina del diario della corsa Saint-Vincent (Aosta)-Sestriere (Torino) di 199 chilometri Matteo Busato (Southeast) Era il […]

Manuel Bongiorno, album di figurine

maggio 24, 2016/0 Comments

Il diario del Giro d’Italia: Manuel Bongiorno (diciottesima tappa) di Marco Pastonesi Verbania, giovedì 28 maggio 2015 Cento anni fa i bersaglieri-ciclisti. Oggi i corridori-postini. Che per “Libri in Giro” e la Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza scrivono una pagina del diario della corsa Manuel Bongiorno (Bardiani-Csf) Signore e signori, Bongiorno. Io, Bongiorno. Francesco (il nome […]

Giovanni Bernardelle, album di figurine

maggio 24, 2016/0 Comments

Libri nel Giro 2016. Corridori postini Anno 1937 Di Marco Pastonesi Quella St.Vincent-Courmayeur, Giro d’Italia 1959, con il freddo, la neve, il Gran San Bernardo: “Presi una tale cotta che non riuscivo più ad andare avanti, neanche a spinta”. Quella Fiuggi-Montevergine di Mercogliano, Giro d’Italia 1962, con il suo capitano, Vincenzo Meco in maglia rosa, […]

Giacomo Berlato n. 2, album di figurine

maggio 24, 2016/0 Comments

Libri nel Giro 2016. Corridore postino   Dorsale 132 Di Marco Pastonesi   Ama sentire il vento, ha un bisogno – quasi fisico e certamente morale – di prendere l’aria, predilige le compagnie ristrette, anche se poi sostiene che è sempre meglio essere soli che male accompagnati, soprattutto se chi lo accompagna gli sta sempre […]