Biciclette di poesie

o. Bicicletta di poesie –
La poesia “I porta ancora al tabar da li me bandi” è tratta da “Stricarm’ in d’na parola” (stringermi in una parola, 50 poesie in dialetto, Bompiani, 2006).

Patrizia Bollini: attrice, ha lavorato per Marco Bellocchio, Marco Baliani, Leo De Berardinis, Alfonso Santagata, Luciano Melchionna, Marco Sciaccaluga, Nanni Garella e Gabriele Tesauri. Per cinema e tv: “Veloce come il vento” con Stefano Accorsi e “Diritto di difesa” con Piera Degli Esposti.

Cesare Zavattini: Luzzara 1902-Roma 1989, sceneggiatore, giornalista, commediografo, scrittore, poeta e pittore. Fra le sceneggiature: “Ladri di biciclette” e “Miracolo a Milano”. Fra i libri: “Parliamo tanto di me” e “I poveri sono matti”.

“Il padrone del mondo” è tratto da Cantacronache, gruppo di musicisti, letterati e poeti sorto a Torino nel 1957.

Fabrizio Parenti: attore di teatro (candidato al Premio Ubu come migliore attore non protagonista in “The Coast of Utopia” di Marco Tullio Giordana), cinema (fra l’altro, in “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana) e tv (fra l’altro, in “Né con te né senza di te”, “La squadra”, “Un posto al sole” e “Giovanni Falcone”).

Italo Calvino: L’Avana 1923-Siena 1985, scrittore. Fra le sue opere: “Il visconte dimezzato” (1952), “Il barone rampante” (1957), “Il cavaliere inesistente” (1959), “Marcivaldo” (1963), “Ti con zero” (1967), “Le città invisibili” (1972), “Il castello dei destini incrociati” (1973) e “Se una notte d’inverno un viaggiatore” (1979), tutte pubblicate da Einaudi.

2. biciclette di poesie – “I ciclisti” è tratto da “Ogni goccia balla il tango” (Rizzoli, 2014).

Caterina Acampora: attrice, laureata in Storia contemporanea, fondatrice della compagnia Ansi Lumen Teatro. Si occupa anche di pedagogia teatrale in scuole elementari e case-famiglia per minori in difficoltà. Lavora, tra gli altri, con Fabrizio Arcuri, Daria Deflorian, Antonio Tagliarini, Lisa Ferlazzo Natoli e Andrea Baracco.

Pierluigi Cappello: Gemona 1967-Cassacco 2017, fra le sue opere “Azzurro elementare – Poesie 1992-2010” (Rizzoli, 2013) e “Stato di quiete – Poesie 2010-2016” (Rizzoli, 2018). Nel 2004 ha vinto il Premio Montale con “Dittico”, poesie in italiano e in friulano.


3. “In bicicletta” di Vivian Lamarque da “Poesie dando del lei” (Garzanti, 1989).

Michele Baronio: musicista, cantante e attore, con Tamara Bartolini condivide e esplora dimensioni attoriali di tipo autoriale, lavorano con scrittura, pedagogia, regia, musica e ideazione scenica.

LEGGE

Vivian Lamarque: scrittrice, poetessa e traduttrice, fra le sue opere “Poesie della notte” (Rizzoli, 2009) e “Madre d’inverno” (Mondadori, 2016), “Mettete subito in disordine! Storielle al contrario” (Einaudi, 2007) e “La timida Timmi cambia scuola” (Piemme, 2015). Ha vinto il Premio Rodari 1997 e il Premio Andersen 2000.

4. Biciclette di Poesia

“En danseuse” di Gian Luca Favetto è tratto da “Mappamondi e corsari” (Interlinea, 2009)

Lea Barletti: attrice e performer. Teatro: da anni lavora con Werner Waas nell’ambito della drammaturgia contemporanea (compagnia Barletti/Waas). Film: “Gioco di squadra” (1997), “Italian Sud Est” (2003) e “”Fine pena mai” (2007). Libri: “Il centro del discorso” (2008) e “Libro dei dispersi e dei ritornati” (2018).

LEGGE

Gian Luca Favetto: scrittore, giornalista, drammaturgo, critico teatrale e cinematografico, conduce programmi radiofonici. Fra i romanzi: “Si chiama Andrea” (66thand2nd, 2019). Fra i racconti: “Un’estrema solitudine” (Cantalupa-Effatà, 2014). Fra le poesie: “Il viaggio della parola” (Interlinea, 2016).

5. Biciclette di Poesia

La poesia “Libero e felice” di Danilo Dolci è tratta da “Creatura di credenze”, Feltrinelli 1979

Patrizia Hartman: attrice, regista, acting coach. Diplomata nel 1988 come attrice all’Accademia nazionale di arte drammatica Silvio d’Amico, si è specializzata al Teatro Studio di Anatolj Vassiliev di Mosca. Collabora con l’Accademia del Teatro Bellini di Napoli e con Radio Rai 3.

LEGGE

Danilo Dolci: Sesana (Slovenia) 1924-Partinico (Palermo) 1997. Sociologo, poeta, educatore, attivista della non violenza, premio Lenin per la pace. Fra le sue opere: “Racconti siciliani” (Sellerio, 2008), “Banditi a Partinico” (Sellerio, 2009), “Il potere e l’acqua” (Melampo, 2010).

6.biciclette di poesia

La poesia “L’Airone” di Alda Merini è dedicata a Fausto Coppi

Maurizio Cardillo: attore, autore, regista. E’ stato diretto, fra gli altri, da Elio De Capitani, Gigi Dall’Aglio, Nanni Garella e Renato Carpentieri. Ha diretto Ugo Pagliai per il Festival Verdi di Parma. Per info: https://it.linkedin.com/in/maurizio-cardillo-7379a652.

legge

Alda Merini: Milano 1931-Milano 2009, poetessa, scrittrice e aforista. Fra le sue opere: “La presenza di Orfeo” (Scheiwiller, 1993), “L’anima innamorata” (Frassinelli, 2000), “Clinica dell’abbandono” (Einaudi, 2003), “Ci sono notti che non accadono mai” (con Silvia Rocchi, Becco Giallo, 2019).