Ti con Zero

ALLA FINE DELLA CITTÀ. Narrazioni viandanze e immagini nelle periferie

Le città contengono, possiedono, custodiscono. Le periferie accolgono, ospitano, trattengono.

Programma “Tutti al mare!” – Itinerario “Tutti al mare!” – Itinerario interattivo

Passeggiata a Ostia con Territorio Narrante Sulle tracce di Alessandro Tagliolini

“Nel mondo accanto”, diario di viaggio di Carola Susani Materiali

“Alla fine della città” va in due direzioni: si propone di rilevare e rivelare – da una parte – le nuove relazioni territoriali nelle città: aree verdi e parchi, traiettorie urbanistiche e itinerari pedonali, piste ciclabili istituzionali e informali, periferie e sobborghi, e – dall’altra – le relazioni culturali con artisti e comitati di quartiere, tra attori e associazioni di volontariato, tra letteratura e storia dell’urbanistica, e lo fa attraverso un reportage fotografico, narrazioni performative, racconti di partecipazione cittadina e appartenenza. La comunicazione andrà dalla città alla periferia, e in particolare dal cuore della città, dalla via Appia Antica, fino al mare di Ostia, passando per il Parco di Tormarancia, il Parco di Tre Fontane, l’Eur, Acilia, Dragona e Ostia Antica. Si va verso la periferia di Roma, verso il litorale di Ostia camminando, pedalando, testimoniando, descrivendo, e si torna in città confidando, confessando, ricordando. Due mondi diversi, che viaggiano a tempi e ritmi diversi, che seguono mode e modi diversi, che si specchiano e si riflettono così diversi, ma che si relazionano, si confrontano, si contattano.

“Alla fine della città” è anche un modo per conoscere Roma più lentamente, più profondamente, più culturalmente: guardandola con gli occhi di un urbanista, di una scrittrice, di un attore, di un fotografo…, arricchendola con un commento, con una storia, con un ricordo, con un racconto…, camminando o pedalando, dunque a passo d’uomo, e a passo di donna, anche al passo con il tempo.

“Alla fine della città” è tre settimane romane; tre camminate esplorative; tre appuntamenti fra teatro e narrazione; uno storytelling, composto da foto, disegni, didascalie, commenti e libro-installazione; cinque pedalate lungo e intorno alla traiettoria; un itinerario letterario a piedi. Per minorenni e maggiorenni, per “under” e “over”, per viandanti e ciclisti, per artigiani e artisti, per tutti.

“Alla fine della città” è un progetto di Ti con Zero e della Biblioteca della Bicicletta Lucos Cozza, in collaborazione con il Coordinamento Roma Ciclabile; Parco Regionale dell’Appia Antica; Museo delle Civiltà; Teatro del Lido di Ostia.

La proposta artistica è integrata alla produzione teatrale e artistica dedicata alle periferie romane del progetto “Altercities. Roma Cantiere della memoria” con il contributo della Comunità Europea.

Dal 25 ottobre al 17 novembre 2018.

La prima giornata-evento è sabato 27 ottobre, partenza dalla Stazione Termine, via Giolitti 36, alle 9.15, e arrivo al Museo delle Civiltà all’Eur, piazza Guglielmo Marconi 14, alle 16.30, con una pedalata dedicata all’architettura razionalista 1920-1940 a cura di Fiab-Ruotalibera. I partecipanti saranno accolti con borracce piene di letteratura per inaugurare “Periscopi”, un’installazione artistica con le fotografie di Giovanni De Angelis, il diario di viaggio in mp3 della scrittrice Carola Susani e la presentazione dell’itinerario “Tutti al mare!”. “Periscopi” è un reportage, tratta l’attualità, si intreccia con testi di architettura, storia, religione, arte e altro. Sono viaggi caleidoscopici nelle periferie metropolitane, sono sguardi, visioni, flash, anche sogni, illusioni, miraggi, e poi quadri, ritratti, schizzi, tavolozze sulla vita quotidiana, letteratura pedonale, viandante, stradaiola. Insieme a Marco Cavinato, Giovanni De Angelis, Carlo Molinari, Maria Morhart, Roberto Pallottini, Fernanda Pessolano, Umberto Pessolano e Carola Susani.

L’iniziativa è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2018 promossa da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con Siae

 

Partecipano

Archivio Marcello Geppetti; Catia Castagna, attrice; Marco Cavinato, sviluppatore web, Ascanio Celestini, autore e attore; Collettivo Territorio Narrante; Comitato di quartiere di Acilia nord; Coordinamento Roma Ciclabile; Compagnia Bartolini/Baronio; Giovanni De Angelis, fotografo; Daria Deflorian, autrice e attrice; Monica Demuru, cantante e musicista; Sedef Ecer, drammaturga; Fiab Ostiainbici; Fiab RuotaLibera; Pierfrancesco Giordano, fotografo e docente dell’Accademia delle Belle Arti di L’Aquila con gli studenti del corso di Fotografia per i beni culturali; Patrizia Hartman, attrice; Carlo Molinari, videomaker; Luca Moretti, scrittore; Maria Morhart, operatrice culturale; Roberto Pallottini, urbanista; Marco Pastonesi, gironalista e scrittore; Fernanda Pessolano, artista e operatrice culturale; Umberto Pessolano, naturalista e direttore museale; Sven Otto Scheen, ideatore Sentiero Pasolini; Daniele Romani, architetto; Carlo Sassetti, docente Accademia di Belle Arti di Carrara, corso di Restauro; Carola Susani, scrittrice; VediRomaInBici; Volontari del percorso ciclopedonale Sentiero Pasolini, WWF Litorale Laziale

 

UFFICIO STAMPA – Contatti

Marco Pastonesi/Ti con Zero

3355967700 – 3498728813

bibliotecadellabicicletta@gmail.com

marco.pastonesi@gmail.com

fernanda.pessolano@gmail.com

instagram #allafinedellacittà

FB Biblioteca della bicicletta Lucos Cozza

www.bibliotecadellabicicletta.it